10/02/2014

Rapporto ENEA sull'efficienza energetica

E' stato pubblicato il terzo rapporto annuale ENEA 2012 sull'efficienza energetica, disponibile sul sito ENEA.

 

I dati riportati (che appunto sono relativi al 2012, quindi fotografano una situazione in cui la penetrazione della crisi non aveva ancora raggiunto la situazione ad oggi) evidenziano buoni numeri complessivi: oltre 75.000 GWh annui risparmiati, con un incremento del 30% rispetto al 2011.

 

Nel settore residenziale (che rappresenta il primo “consumatore” di energia), nonostante le detrazioni del 55% (saliti nel frattempo al 65%), i risparmi raggiunti sono solo 9.000 GWh/anno, nonostante il settore residenziale costituisca il 65% degli investimenti.

 

La sostituzione degli impianti termici costituisce l’intervento più efficace per un’immediata riduzione dei consumi ed un rapido ritorno dell’investimento.

 

Per il settore industriale il contributo maggiore è attribuibile ai TEE (Certificati bianchi), che per lo Stato sono risultati ancora più vantaggiosi, in termini di rapporto costo/beneficio, rispetto alle detrazioni fiscali.

I settori del terziario (complice forse il peso maggiore della climatizzazione estiva, che quindi limita l’efficacia degli interventi di isolamento dell’involucro e di sostituzione degli impianti termici) e della PA rimangono molto indietro, ma la speranza è che gli interventi di incentivazione basati su Conto Termico e l’aggiornamento dei TEE (Certificati Bianchi) permettano a breve un recupero anche di questi settori.

 

Complessivamente è chiara la percezione che è l’efficienza energetica il primo strumento per rivoluzionare lo scenario energetico italiano, e costituisce lo strumento prioritario per contenere le importazioni dall’estero e per accrescere la competitività nazionale.

 

Come riportato testualmente anche nel rapporto, le pompe di calore ad assorbimento costituiscono uno degli strumenti più significativi per la riduzione dei consumi energetici sia per il settore residenziale che per gli altri settori, potendo in aggiunta beneficiare di tutti gli strumenti di agevolazione messi a disposizione dallo Stato (Ecobonus, Detrazioni per ristrutturazioni, Conto Energia Termico, Certificati Bianchi, etc.) e dalle singole Amministrazioni.