15/10/2020

Modifiche all'articolo 119 del Decreto Superbonus

E' stata pubblicata sul Supplemento Ordinario della Gazzetta Ufficiale del 13 ottobre 2020 la Legge di conversione 13 ottobre 2020 n. 126 (legge di conversione del Decreto Agosto).

 

Nella legge sono stati inseriti alcuni importanti aggiornamenti dell'art. 119 della Legge 77/2020 (Superbonus).

 

In particolare:

 

"3 -quater . All’articolo 119 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, dopo il comma 1 è inserito il seguente: “1 -bis . Ai fini del presente articolo, per “accesso autonomo dall’esterno” si intende un accesso indipendente, non comune ad altre unità immobiliari, chiuso da cancello o portone d’ingresso che consenta l’accesso dalla strada o da cortile o da giardino anche di proprietà non esclusiva."

 

Questa modifica chiarisce che per edifici con accessi autonomi si intendono anche, ad esempio, quelli relativi a villette a schiera che hanno un vialetto comune su cui si affacciano i vari cancelli di ingresso autonomi alle villette. Infatti, finora non era chiaro che queste potessero godere della definizione di "unità immobiliare funzionalmente indipendente dotata di accesso autonomo".

 

"3 -quinquies . All’articolo 119 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, dopo il comma 13 -bis è inserito il seguente: “13 -ter . Al fine di semplificare la presentazione dei titoli abitativi relativi agli interventi sulle parti comuni che beneficiano degli incentivi disciplinati dal presente articolo, le asseverazioni dei tecnici abilitati in merito allo stato legittimo degli immobili plurifamiliari, di cui all’articolo 9 -bis del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, e i relativi accertamenti dello sportello unico per l’edilizia sono riferiti esclusivamente alle parti comuni degli edifici interessati dai medesimi interventi."

 

Anche questo chiarimento risolve non pochi problemi in merito all'applicazione del Superbonus. In pratica, se in un condominio uno dei condomini ha realizzato un abuso edilizio all'interno della sua unità immobiliare, ma questo non pregiudica la conformità urbanistica delle parti comuni del condominio, il Superbonus per gli interventi sulle parti comuni è fattibile, in quanto, come precisato nel nuovo articolo, il tecnico dovrà asseverare la conformità urbanistica delle sole parti comuni del condominio oggetto del Superbonus.