24/01/2020

ENERGY EFFICIENCY 4.0

Imprese e territorio. L’inizio di una nuova era tra vocazione, innovazione ed efficienza

 

Energy Efficiency 4.0 è un percorso di workshop sul territorio che si concluderà a MCE 2020 con una serie di momenti di approfondimento dedicati alle opportunità di efficientamento in ambito industriale e sanitario.

 

L'appuntamento:

14 Febbraio 2020

Efficienza e innovazione
nelle Residenze Sanitarie Assistenziali

Diritto per i pazienti, strumento per i gestori, opportunità per le imprese

presso Casa di Cura Genesi - RSA Tilde e Luigi Colosio
Via Biline 74/76 Rodengo Saiano (BS)

La partecipazione al workshop sarà gratuita previa pre-registrazione.

 

Nel segmento del senior housing il fabbisogno presenta oggi cifre rilevanti: attualmente gli anziani non autosufficienti ospiti in RSA sono oltre 200.000 e, secondo le stime, nel 2035 saranno circa 600.000.

Nello scenario più ottimistico, con il 75% degli anziani non autosufficienti assistiti nelle RSA, saranno necessari oltre 200.000 nuovi posti letto.

Entro 15 anni si prevedono quindi investimenti per una cifra che oscillerà tra i 15 e i 23 miliardi di euro.

 

Le tante peculiarità che contraddistinguono il mondo delle RSA ne fanno un luogo in cui si deve necessariamente ricercare la massima efficienza. Sia nei processi di cura che nell'individuazione di tutti quei sistemi in grado di rendere le strutture confortevoli e innovative grazie a interventi realmente sostenibili dal punto di vista economico.

Riconfigurare gli ambienti secondo logiche dettate al comfort ma pure a una nuova concezione degli spazi e dei servizi, significa rispondere in modo adeguato ai bisogni dei pazienti dando ai responsabili delle RSA gli strumenti per affrontare in modo adeguato i necessari investimenti.

 

Efficienza energetica e modelli di finanziamento relativi sono il primo punto da cui partire; per poi aprire una riflessione sui modelli più avanzati che contraddistinguono oggi il rapporto tra gli ospiti - da considerare sempre più parte attiva – e le strutture sanitarie. Con spazi abitativi quindi da rendere adeguati alle attività che in modo sempre più evoluto scandiscono il tempo di persone non “parcheggiate” in un luogo ma attive fisicamente e culturalmente.

 

Sarà sempre più importante coniugare concept di progettazione sia in chiave “smart” che “social”, dimostrando che i costi legati all'innovazione tecnologica consentono maggiore efficienza, interconnessione, riconoscibilità. Valorizzando dunque le comunità con servizi finalizzati a condivisione e socializzazione.

 

ROBUR porterà esempi di impianti realizzati in strutture RSA con pompe di calore ad assorbimento a metano che utilizzano energie rinnovabili, come ad esempio:

 

ROBUR_abbiategrasso-rsa_500x371_03Casa di riposo di Abbiategrasso

In questa struttura è stato sostituito il vecchio impianto di riscaldamento con pompe di calore a gas reversibili per offrire anche il servizio di condizionamento estivo.

Il risultato della riqualificazione dell'impianto è stato duplice: il 2,4% di risparmio di gas rispetto all'anno precedente ma su un utilizzo dell'impianto tutto l'anno (quindi sia in riscaldamento che in condizionamento) anziché nella sola stagione invernale, oltre a un consistente risparmio di energia elettrica. 

Consulta la referenza

Leggi l'articolo pubblicato da GT, il Giornale del Termoidraulico