19/05/2020

14 misure pratiche per la riduzione del rischio di contagio da Coronavirus (approfondimento tecnico REHVA)

Le raccomandazioni generali da mettere in atto nell’attuale situazione di emergenza da epidemia virale SARS-CoV-2 in materia di mantenimento di una buona qualità dell’aria indoor negli ambienti di lavoro rappresentano un argomento complesso e dibattuto.

 

Un ulteriore approfondimento tecnico e una serie di interessanti FAQ volti a chiarire il ruolo degli impianti di riscaldamento e condizionamento ambientale e di ventilazione sono stati redatti dall’autorevole associazione scientifica REHVA (Federation of European Heating, Ventilation and Air Conditioning Associations).

 

Dai documenti di REHVA emerge la non sussitenza di controindicazioni generali al funzionamento degli impianti di ventilazione e condizionamento, i quali anzi, in ottemperanza ad opportune indicazioni di buona tecnica in relazione alle specifiche tipologie di impianto, possono contribuire alla riduzione del rischio di contagio.

 

La REHVA ha stilato in merito un pratico elenco di 14 misure pratiche:

 

  1. Assicurarsi che la ventilazione degli ambienti avvenga con aria esterna.
  2. Accendere la ventilazione a velocità nominale almeno 2 ore prima dell’occupazione degli spazi e portare a ridotta velocità 2 ore dopo la chiusura dell’edificio.
  3. Di notte e nei weekend, non spegnere la ventilazione, ma tenere il sistema attivo a velocità minima.
  4. Garantire un ricambio dell’aria con l’apertura delle finestre (anche in edifici dotati di ventilazione meccanica).
  5. Mantenere attiva la ventilazione delle toilette 24/7.
  6. Evitare l’apertura delle finestre nelle toilette per assicurarsi della corretta direzione della ventilazione.
  7. Raccomandare agli occupanti dell’edificio di attivare lo scarico della toilette mantenendo il copri WC abbassato.
  8. Impostare le unità di trattamento dell’aria su modalità “100% aria esterna”.
  9. Ispezionare i sistemi di recupero del calore per assicurarsi che ogni eventuale perdita sia sotto controllo.
  10. Spegnere i fan coils o in alternativa mantenerli accesi in continuo (in questo modo il virus non riuscirà a depositarsi sui filtri).
  11. Non modificare i setpoint dei sistemi di riscaldamento, condizionamento e controllo della umidità.
  12. Non pianificare in questo periodo operazioni di pulizia dei condotti.
  13. Eseguire la sostituzione e pulizia ordinaria dei filtri come da normale pianificazione.
  14. La regolare sostituzione dei filtri e la manutenzione dovrebbe essere eseguita con le misure protettive in essere, inclusa la protezione delle vie respiratorie.

 

Per ulteriori approfondimenti sulle modalità di trasmissione aerea dei virus, e gli ultimi aggiornamenti in merito ai dati di stabilità del virus SARS-CoV-2 a differenti temperature e livelli di umidità relativa, si rimanda alla documentazione tecnica aggiornata scaricabile al link seguente: https://www.rehva.eu/activities/covid-19-guidance